News

Acne, un problema che può colpire tutti

By 21 Gennaio 2021 25 Gennaio, 2021 No Comments

In televisione spesso notiamo che anche i VIP hanno l’acne ed è un vero peccato vedere dei bei visi ombreggiati da tante impurità della pelle. Scopriamo insieme i motivi che portano molte donne a protrarre la loro acne per decine di anni oltre la pubertà.

Anche i VIP hanno l’acne.

Ai VIP non mancano di sicuro mezzi economici e conoscenze, oltre ad essere corteggiati da molte aziende cosmetiche e farmaceutiche affinchè promuovano i loro ultimi prodotti.

Allora per quale motivo queste donne ancora non sono riuscite a sbarazzarsi della loro acne? Forse perchè anche i VIP come noi, cercano la strada facile, tutti vogliono una cura ‘miracolosa’ che invece purtroppo non esiste. Risulta difficile per tutti impegnarsi a seguire un ‘METODO’, imporsi delle rinunce e dei piccoli sacrifici quotidiani.

Eppure, nessuno di noi ad esempio, se dovesse dimagrire si sognerebbe di prendere senza consultare un medico dei farmaci, piuttosto andrebbe subito a ridurrebbe l’apporto di carboidrati, zuccheri, salumi e farebbe più movimento.

Noi che abbiamo creato il famoso Metodo Cossater per la cura dell’Acne, dopo una vastissima esperienza di oltre 100.000 casi già trattati, possiamo affermare che (tranne qualche caso) l’acne più comune non è una vera patologia, ma piuttosto un inestetismo e come tale può essere trattato seguendo i nostri consigli. In questo articolo approfondiremo meglio quali sono le cause e le possibili soluzione per porre rimedio all’acne.

Caratteristiche principali dell’Acne.

L’acne è una condizione della pelle che si verifica quando i follicoli piliferi si otturano per un eccesso di sebo e cellule morte, questo tipo di pelle è più comune tra gli adolescenti, sebbene colpisca persone di tutte le età.  A seconda della sua gravità, l’acne può causare stress emotivo e creare cicatrici sulla la pelle.

I brufoli guariscono molto lentamente e quando uno inizia ad andare via, altri nuovi affiorano quasi come per sostituirli tempestivamente senza tregua. Spesso può essere molto persistente, dunque prima si inizia un trattamento specifico e minori saranno i rischi di avere problemi.

A volte individuare le cause dell’acne può essere veramente difficile perchè non sono presenti nè problemi ormonali, nè di alimentazione scorretta, in questi casi spesso è sufficiente liberare costantemente il viso dalle impurità sottopelle con una pulizia del viso per ritrovare subito un visibile miglioramento.

Sintomi dell’acne.

Scopriamo i sintomi più comuni delle varie forme di acne, che variano a seconda della gravità della condizione.

Acne comune

  • Brufoli, sono pustole con pus sulle punte.
  • Punti bianchi o comedoni (pori chiusi e otturati).
  • Punti neri (pori ostruiti aperti).
  • Papule (piccole protuberanze) rosse e tenere.

Acne Cistica
Nell’acne cistica, infiammazioni in profondità all’interno dei follicoli piliferi producono grumi simili a cisti sotto la superficie della pelle.

  • Noduli, grumi solidi sotto la pelle e dolorosi al tatto.
  • Lesioni cistiche sottopelle piene di pus.

I brufoli si presentano spesso come macchie rosse in rilievo con un centro bianco che si sviluppano quando i follicoli piliferi bloccati si infiammano o vengono infettati da batteri.

La parete del follicolo può gonfiarsi e produrre un punto bianco. Oppure il poro potrebbe essere aperto in superficie e scurirsi, causando il classico punto nero. Un punto nero può sembrare sporco bloccato nei pori, ma in realtà il poro è congestionato da batteri e sebo, che diventa scuro quando viene esposto all’aria.

I fattori principali che causano l’acne.

La fascia di età più colpita dall’acne è quella in cui gli ormoni giocano un ruolo importante, si tratta di ragazzi intorno ai 12/13 anni fino a 17/18.  Nei maschi spesso si risolve spontaneamente, ma visto che c’è la possibilità di ‘domarli’ è meglio fare periodicamente delle pulizie del viso e usare dei prodotti mirati.  Questo permette di sentirsi più a proprio agio e soprattutto di limitare o di evitare esiti cicatriziali.

Nelle donne invece, se non curati i brufoli possono proliferare ulteriormente e durare fino ai 30/40/50 anni.
In età adulta è più facile farli scomparire perchè spesso sono dovuti ad una serie di comportamenti sbagliati protratti nel tempo.

Per molte donne l’acne può persistere per decenni con riacutizzazioni altalenanti fino alla menopausa. Nella maggior parte dei casi i contraccettivi sono una soluzione momentanea perché appena si interrompono, i brufoli tornano più accentuati.

L’acne compare tipicamente sul viso, sulla fronte, sul torace, sulla parte superiore della schiena e sulle spalle perché queste aree della pelle hanno la maggior parte delle ghiandole sebacee. I follicoli piliferi sono collegati alle ghiandole sebacee e si possono occludere con l’eccesso di sebo e di cheratina (squame cutanee) provocando un’infezione batterica che accentua l’infiammazione. Gli altri pori della pelle, che sono le aperture delle ghiandole sudoripare, di solito non sono coinvolti nei processi di formazione dell’acne.

Ecco le 10 cause principali dell’acne:

  1. Produzione di sebo in eccesso.
  2. Follicoli piliferi ostruiti da cellule morte della pelle.
  3. Batteri in eccesso.
  4. Sfregamento con capelli, tessuti o mani.
  5. Infiammazioni.
  6. Farmaci contenenti corticosteroidi, testosterone o litio.
  7. Sbalzi ormonali.
  8. Dieta sbagliata.
  9. Cosmetici non adatti e trucco pesante.
  10. Stress.

Durante determinate fasi della vita avvengono dei cambiamenti ormonali, come ad esempio gli androgeni, ormoni che aumentano nei ragazzi e nelle ragazze durante la pubertà e provocano l’ingrandimento delle ghiandole sebacee e la produzione di più sebo. Anche i cambiamenti ormonali durante la mezza età, in particolare nelle donne, possono portare a sfoghi.

Insieme ad una alimentazione sbagliata, lo stress potrebbe peggiorare la situazione, infatti questi due elementi combinati insieme possono essere determinanti. Succede sempre più spesso che ritmi frenetici imposti da situazioni lavorative molto impegnative portano ad uno stile di vita sbagliato per il nostro organismo.

Studi clinici indicano che il consumo di determinati alimenti come i latticini o il pane (ricco di carboidrati) e le patatine fritte, può peggiorare l’acne. Mangiare di corsa un panino al bar ad esempio, potrebbe portare le persone già affette da acne ad avere un peggioramento. Sarebbe invece opportuno seguire apposite indicazioni dietetiche eliminando questi alimenti.

D’altronde l’abbiamo provato nei vari settori della nostra vita, dallo studio, al lavoro, alla forma fisica: ‘La perfezione è un duro lavoro‘, anche la salute della pelle non è da meno e non va sottovalutata, ma noi dell’Istituto Cossater siamo sempre qui per aiutarvi.

Perchè scegliere l’Istituto Cossater.

Potete essere sicuri che rivolgendovi all’Istituto Cossater troverete dei veri esperti che con professionalità ed esperienza (acquisita in oltre 100.000 casi di acne), vi sapranno consigliare una metodica di pulizia personalizzata, precisa ed efficace utilizzando solo prodotti creati dai nostri storici laboratori di fiducia su indicazione del Dott. Cossater.

Se vuoi contattarci telefonicamente oppure passare nel nostro istituto a Verona per un consiglio saremo felici di aiutarti.

CONTATTA ISTITUTO COSSATER

Puoi anche lasciare la tua testimonianza su GOOGLE , racconta nella nostra scheda come ti sei trovato e i risultati che hai raggiunto: SCRIVI LA TUA RECENSIONE.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Se soffri di malattie della pelle, rivolgiti ad un dermatologo che potrà prescrivere l’uso di particolari farmaci specifici.