News

Come affrontare il sole senza danneggiare la pelle

By 6 Luglio 2020 16 Luglio, 2020 No Comments

In questo nuovo post dell’Istituto Cossater vi diamo qualche consiglio su come affrontare il sole estivo in caso di pelle impura con acne e brufoli.

Alcune regole da seguire per una corretta esposizione solare in caso di pelle impura.

Prima di tutto sfatiamo un mito, perchè in realtà il sole non aiuta a contrastare l’acne, anzi. In un primo momento la pelle ‘si asciuga’, si sgrassa per l’effetto delle radiazioni ultraviolette, mentre in seguito il sole produce un aumento dell’ispessimento dello strato superficiale della pelle causando una ripresa dell’acne e non di rado un suo peggioramento.

Per prevenire i danni del sole sulla pelle ed evitare problemi, ricorda di applicare una crema solare ad ampio spettro con un SPF di almeno 30 e utilizzare altre forme di protezione solare come indumenti protettivi, cappelli e occhiali da sole. Ecco alcuni consigli.

  1. Proteggere la pelle con schermi solari adatti al problema e al fototipo esponendosi nelle ore meno calde.
  2. Non schiacciare i brufoli per non favorire lo sviluppo di altre possibili infezioni batteriche e/o cicatrici.
  3. Detergere accuratamente la pelle con prodotti non aggressivi e specifici.
  4. Limitare il consumo di latte che potrebbe aumentare le manifestazioni acneiche.
  5. Usare una crema specifica per la pelle acneica (come la crema Cossater al burro di Karitè).
  6. Sottoporsi alla pulizia del viso metodo Cossater nei tempi consigliati.

Per stare al sicuro al sole, puoi anche usare l’app QSun. Disponibile per iOS e Android , l’app gratuita offre suggerimenti personalizzati sulla sicurezza solare, come la quantità di crema solare da applicare e i promemoria della protezione solare. Include anche un analizzatore della pelle, che analizza il tuo viso per trovare l’età della tua pelle e il suo punteggio di salute.

Evitiamo i danni alla pelle provocati da lunghe esposizioni al sole.

A tutti piace passare il tempo al sole, soprattutto d’estate, ma la luce ultravioletta, i famosi raggi UV, in questo periodo sono molto forti e possono avere conseguenze anche gravi sulla nostra pelle. Oltre alle scottature solari, la sovraesposizione al sole può portare ad un invecchiamento precoce della pelle e aumentarne le imperfezioni.

Come fare per sapere se la nostra pelle subisce un danno solare?

Ecco i segni che indicano quando la pelle viene danneggiata dai raggi UV del sole.

1) Nuove Rughe.

Le rughe sono comunemente associate all’invecchiamento dato dal tempo. Tuttavia, i raggi UV del sole possono causare una accelerazione di questo processo.  In particolare, i raggi UVA del sole danneggiano importanti proteine nella pelle, come il collagene e l’elastina che aiutano a mantenere una struttura flessibile ed elastica. Con meno collagene ed elastina, la pelle si allenta e si affloscia, apparendo più stanca e precocemente invecchiata.

2) Macchie scure.

Anche chiamate “macchie dell’età”,  sono macchie marroni o grigie che sembrano lentiggini ingrandite. In realtà sono aree ad alta pigmentazione che derivano dalla sovraesposizione al sole. Queste macchie sono di dimensioni diverse e compaiono in punti del corpo in cui si ottiene più esposizione al sole, come viso, mani e braccia. Per fortuna, di solito sono innocui, ma ci mostrano che stiamo prendendo troppo sole.

4) Formazione di Nei.

I dermatologici concordano in linea generale che una eccessiva esposizione al sole, sopratutto nel periodo estivo, può favorire la comparsa di nuovi nei sulla pelle.

Anche se in fase iniziale i nei non sono tendenzialmente pericolosi, tuttavia una cattiva esposizione solare può danneggiare le cellule modificando il DNA e provocando una trasformazione del neo, come ad esempio assumere una forma dai bordi più irregolari ed ingrandirsi.  A questo punto diventa un neo a rischio e va tenuto sotto controllo per la possibilità di sviluppare in futuro un tumore sulla pelle (melanoma).

3) Labbra screpolate.

L’esposizione a lungo termine delle labbra ai raggi UV può effettivamente portare a una condizione nota come cheilite attinica.  I sintomi di questo includono labbra screpolate, secche e squamose cronicamente, che colpiscono principalmente il labbro inferiore.  Se si notano sintomi simili, bisogna evitare immediatamente di esporsi ancora al sole e nel caso siano persistenti, chiedere anche il consiglio di un dermatologo.

Il centro rimane a vostra disposizione per qualsiasi consiglio e vi ricordiamo che i prodotti utili per il mantenimento della miglior condizione della vostra pelle potete ordinarli anche dal nostro sito e vi verranno spediti a casa.

CONTATTA ISTITUTO COSSATER

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Se soffri di acne grave o di malattie della pelle, rivolgiti ad un dermatologo che potrà prescrivere l’uso di particolari farmaci specifici.