News

Brufoli e macchie? Questo è il problema.

By 12 Agosto 2020 13 Agosto, 2020 No Comments

Quando ancora da ragazzi ci compaiono i primi brufoli dell’acne, nessuno può pensare che in realtà è iniziata una lotta a macchie e impurità che può durare una vita.

Brufoli in età matura.

Diciamo la verità, non avresti mai pensato di avere ancora quei fastidiosi brufoli a 30/40 e magari anche a 50 anni. Eppure, è una disperazione, ti svegli la mattina e sono ancora lì, magari proprio sulla guancia o sul naso, dove uno punge particolarmente e senti quell’irrefrenabile voglia di schiacciarlo.

In quel momento purtroppo da un semplice brufolo, massacrandolo come solo tu sai fare, ti si formerà una macchia ancor più antiestetica dell’impurità che avevi.
Questa macchia è il risultato del tuo intervento, dita sporche, unghie, rottura dei capillari, tutto questo crea un danno ben maggiore a quello del brufolo di partenza.

La pelle è come un vestito, può essere anche firmato ma se è sgualcito e macchiato non fa una bella figura.

Come nascono le macchie dei brufoli.

Ti sarà capitato di far scoppiare un brufolo, pensando ecco:” l’ho preso al momento giusto.  Sarà una breve soddisfazione perchè solo qualche ora dopo tornerà, magari più grande e più arrabbiato di prima, oppure in compagnia di un amichetto, un secondo brufolo accanto, peggiore del primo contornato da un alone rosso, una bella macchia due o tre volte più grande del brufolo di partenza!

Il danno non si verifica solo sotto la pelle, ma anche sopra dove puoi vedere formarsi una escoriazione, sicuramente causata dalle tue unghie, questo può ovviamente lasciare anche una crosta. Spremere, soprattutto se lo stai facendo su una papula (un brufolo senza testa bianca,) può rendere la tua pelle molto più rossa e gonfia, creando macchie che durano per giorni interi.

Queste macchie scure sulla pelle, chiamate iperpigmentazione post-infiammatoria, sono causate dall’infiammazione. Schiacciare brufoli e comedoni infatti provoca una forte infiammazione, quindi è più probabile arrivare ad una iperpigmentazione permanente, anche una volta che un brufolo guarisce, rimane una pelle a macchia di leopardo, ricorda però che le macchie donano solo al felino.

Le cisti dell’acne.

Se continui a spremere abbastanza forte, per la frustrazione di aver peggiorato la situazione, perchè ora si è creato un grosso ponfo rosso e sottopelle, sei solo all’inizio. Potresti persino trasformare quel normale brufolo in qualcosa di più grave, come una cisti dell’acne, un inestetismo della pelle duro, rosso e doloroso situato in profondità nel derma.

La forma più grave di questo inestetismo, le cisti dell’acne, sono lesioni grandi e infiammate, anche dolorose da toccare. Si sviluppano quando si forma una membrana attorno all’infezione nel derma, creando un nodulo morbido e pieno di liquido. ATTENZIONE! Le cisti devono essere trattate SOLO da personale esperto e qualificato.

Perchè non scoppiare mai i brufoli.

Scoppiare i brufoli fa davvero male alla nostra pelle, proprio come dicono gli esperti. I brufoli si formano quando il poro della pelle si occlude e diventa gonfio di sebo in eccesso, cellule morte della pelle, batteri e spesso pus, ovvero i nostri globuli bianchi morti che hanno cercato di debellare l’infezione.

Non lasciarti ingannare di poter stare meglio solo se riesci a far uscire pus e sporcizia dall’apertura dei pori, perchè in realtà puoi ancora spingere del materiale infetto più in profondità nel derma sottostante, anche se del pus apparentemente fuoriesce dando una immediata gratificazione.

Quando tentiamo di strizzare i brufoli, inavvertitamente spingiamo tutte le impurità dal poro ancora più giù in profondità nel follicolo. Questo può causare la rottura della parete del follicolo, riversando del materiale infetto nel derma, lo strato inferiore della pelle, peggiorando e aggravando la situazione.

La prossima volta che stai in piedi davanti allo specchio pensando se un brufolo è “pronto” per farlo scoppiare, prima di iniziare a strizzare considera cosa sta succedendo anche sotto la pelle.

Perchè si creano le cicatrici da acne.

I brufoli possono avere molti effetti a lungo termine se li andiamo a stuzzicare, presto o tardi, arriveremo a sviluppare delle cicatrici da acne. Ogni volta che danneggi la tua pelle, c’è la possibilità che durante il processo di cicatrizzazione, del tessuto e del collagene vada perso. Maggiore è il danno arrecato alla pelle, maggiore è la possibilità di perdita di tessuto. Così si ottengono le temute cicatrici da acne, che dureranno per tutta la tua vita.

Come eliminare le macchie dei brufoli.

Esistono modi più sicuri per sbarazzarsi dei brufoli piuttosto che spremerli con le dita. La soluzione migliore per un singolo brufolo, è lasciare che guarisca da solo, ma, se hai più brufoli di grandi dimensioni e sembra che non vogliano andarsene via da soli, potrebbe essere necessario passare dal nostro centro specializzato a Verona per chiedere un consiglio.

Probabilmente i trattamenti spot fai da te non ti sono di aiuto. Vorresti strizzarli e liberartene definitivamente? Non usare le unghie o un altro oggetto duro, non forzare i brufoli a drenare e non spremere mai un brufolo sottopelle. Elimina tutte le imperfezioni in modo sicuro e professionale, come facciamo da anni solo nel nostro Istituto Dott. Cossater.

Bastano tre pulizie del viso con il nostro metodo Cossater, usando i prodotti giusti anche a casa, e il tuo viso rifiorirà.
Scopri l’efficacia della Crema burro di karitè, la Mousse al propoli , e la Maschera acido ialuronico.

Se vuoi contattarci telefonicamente o passare da noi a Verona anche solo per un consiglio, saremo felici di aiutarti perchè migliorare la tua pelle è il nostro lavoro e lo facciamo con passione.

CONTATTA ISTITUTO COSSATER

Puoi anche lasciare la tua testimonianza su GOOGLE , racconta nella nostra scheda come ti sei trovato e i risultati che hai raggiunto: SCRIVI LA TUA RECENSIONE.


Disclaimer

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Se soffri di acne grave o di malattie della pelle, rivolgiti ad un dermatologo che potrà prescrivere l’uso di particolari farmaci specifici.